L’impostazione teorica e metodologica che utilizzo fa riferimento primariamente alla psicologia psicodinamica, che definisce musicoterapia l’utilizzo dei suoni e della musica come mezzi per sviluppare una relazione terapeutica significativa che, attraverso processi di sintonizzazione affettiva basati principalmente sulla comunicazione non verbale, può favorire una migliore armonizzazione e integrazione dell’individuo, contribuendo a migliorare la qualità della vita.

La musica, per la sua potenza non verbale, è uno strumento molto importante per riconnettere la persona con sé stesso, con il suo passato e con il suo presente.

Obiettivi del percorso musicoterapeutico:

  • percepire la propria dimensione corporea in rapporto allo spazio e al tempo
  • favorire la creatività e la libera espressione della dimensione interna utilizzando l’elemento sonoro musicale
  • sviluppare un maggiore autocontrollo e consapevolezza nelle risposte sonore e/o
    motorie
  • migliorare le capacità di ascolto e di attenzione
  • ampliare i canali di comunicazione attraverso attività di gioco che utilizzano l’elemento sonoro musicale come mediatore della relazione
  • imparare l’utilizzo e la presa di coscienza della propria voce in termini di ascolto, attenzione e percezione della vibrazione della voce stessa che risuona dall’interno del corpo verso l’esterno
  • promuovere benessere e piacere nel fare musica, dell’ascoltarsi e nel processo di sintonizzazione